Biomicroscopia del segmento anteriore

-

Cos’è la Biomicroscopia?

La Biomicroscopia, nota anche come Esame della lampada a fessura, è un procedimento diagnostico che permette un’analisi dettagliata delle strutture oculari mediante la proiezione di una sottile lama di luce sull’occhio e l’uso di lenti d’ingrandimento. Questo esame consente di esaminare con precisione le palpebre, la congiuntiva, la sclera, la cornea, la camera anteriore, l’iride e il cristallino, e tramite lenti aggiuntive, anche l’angolo irido-corneale, il corpo vitreo, la retina e la testa del nervo ottico.

Utilità della Biomicroscopia oculare

Attraverso la Biomicroscopia, il medico è in grado di valutare lo stato anatomofunzionale dell’occhio, diagnosticare eventuali patologie oculari e valutare l’idoneità all’utilizzo di lenti a contatto.

Procedura della Biomicroscopia oculare

Durante l’esame, il paziente si siede di fronte al biomicroscopio, appoggiando fronte e mento a un supporto apposito. La procedura è indolore, non invasiva e priva di rischi, pertanto è adatta anche ai pazienti più sensibili. La durata dell’esame è breve, richiedendo solo pochi minuti di tempo.
In conclusione, la Biomicroscopia oculare è un’esame essenziale per valutare la salute e le condizioni dell’occhio in modo accurato e sicuro.