Pachimetria Corneale

-

Pachimetria corneale Roma, prenotazione in tempi brevissimi e senza liste d’attesa

Presso il Centro Microchirurgia Villa Massimo di Roma è possibile effettuare una pachimetria corneale, prenotando in tempo reale e senza alcuna lista d’attesa, usufruendo di un’assistenza sanitaria di alto profilo prestato da un’equipe medica specializzata in una location confortevole e con strumentazione diagnostica e biomedicale di ultima generazione.

Il Contact Center del centro è operativo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 20.00 ed accetta prenotazioni in tempo reale, telefonicamente o attraverso l’apposito modulo di prenotazione.

Cos’è la Pachimetria Corneale?

La pachimetria corneale è un esame che consente di misurare lo spessore della cornea, una delle lenti naturali che la luce attraversa all’interno dell’occhio. Questo esame è fondamentale per valutare la pressione oculare e diagnosticare patologie come il cheratocono, l’edema corneale e il glaucoma, nonché per pianificare interventi chirurgici corneali.

Funzionamento della Pachimetria

Durante l’esame, il paziente è posizionato in una poltrona o su uno sgabello. Esistono diverse tecniche di misurazione dello spessore corneale, che variano a seconda dello strumento utilizzato:

  • Pachimetria ad ultrasuoni: Dopo l’instillazione di un collirio anestetico, una sonda ad ultrasuoni viene posizionata sulla cornea per valutarne lo spessore. Questa procedura può essere ripetuta più volte.
  • Pachimetria ottica fotografica: Il paziente fissa una luce mentre la cornea viene scansionata da diverse fotografie. I dati raccolti vengono elaborati da un sistema informatico che fornisce informazioni sullo spessore corneale.
  • Pachimetria ottica con laser: Simile alla pachimetria ottica fotografica, questa tecnica utilizza un laser a interferometria per misurare con precisione lo spessore corneale.

Norme di Preparazione e Chi Può Sottoporsi alla Pachimetria

La pachimetria può essere eseguita da pazienti di tutte le età, inclusi i bambini, purché collaborino durante l’esame. È particolarmente indicata per coloro a rischio di glaucoma, affetti da patologie corneali o che devono sottoporsi a interventi chirurgici corneali.

Sicurezza e Comfort durante l’Esame

La pachimetria non è dolorosa, specialmente quando viene eseguita con un pachimetro ad ultrasuoni dopo l’instillazione di un collirio anestetico. In alternativa, le tecniche ottiche non toccano la superficie oculare, rendendo l’esame confortevole e sicuro per il paziente.

In conclusione, la pachimetria corneale è un esame essenziale per valutare la salute della cornea e diagnosticare eventuali patologie, garantendo comfort e sicurezza durante la procedura.