Pupillometria

-

La pupillometria rappresenta un esame di cruciale importanza nel contesto dei trattamenti laser di chirurgia refrattiva, poiché consente di valutare la grandezza statica e i movimenti dinamici della pupilla. Questo esame è essenziale per determinare con precisione l’area corneale da trattare durante l’intervento chirurgico.

Come si esegue

Per eseguire la pupillometria, si utilizza uno strumento specifico chiamato pupillometro, il quale spesso è integrato con i topografi corneali. Durante la procedura, il paziente viene posizionato di fronte allo strumento, e senza l’impiego di colliri, vengono rilevate le misurazioni della pupilla in varie condizioni di illuminazione. L’esame è veloce, indolore e sicuro, e solitamente dura circa 20 secondi.

Nel contesto della chirurgia refrattiva, la pupillometria riveste un ruolo cruciale, poiché consente al chirurgo di determinare con precisione l’estensione dell’area corneale da trattare, ottimizzando così i risultati dell’intervento. Pertanto, è considerata un’indagine imprescindibile per tutti i pazienti che devono sottoporsi a interventi di correzione visiva mediante laser.